La nostra azienda opera nel settore dell’estrazione e frantumazione della pietra grazie alla coraggiosa iniziativa di Leonardo Antonio Tinella che nel 1968 fondò la prima cava di calcare a Locorotondo.

Il materiale estratto si presentava particolarmente tenero e bianco, macinato e  ridotto in polvere fu particolarmente richiesto come aggregato per la produzione di stucchi, malte e nelle fabbriche di mattonelle in marmo-cemento guadagnandosi la notorietà non solo tra le aziende pugliesi ma anche nelle regioni limitrofe.

Successivamente, mettendo a frutto le conoscenze e l’esperienza maturata negli anni precedenti, anche grazie alla collaborazione dei figli Giorgio e Francesco, il 20-11-2000 acquisisce una nuova cava sita in agro a confine tra Fasano e Cisternino, località Chiancullo, in questa zona si estraggono i blocchi di Filetto Jonico o comunemente chiamato “Marmo Gianecchia” trattasi di pietra marmifera particolarmente resistente adatta a essere tagliata in lastre per la produzione pavimenti e rivestimenti anticati inoltre, dal suddetto materiale frantumato si ottengono speciali granulometrie speciali per la preparazione di conglomerati cementizi.